Organi collegiali

Consigli d'istituto e Giunta esecutiva

Il Consiglio d’istituto è l’organo collegiale di governo dell’istituzione scolastica. Esercita la funzione di indirizzo politico-amministrativo, definendo gli obiettivi e i programmi da attuare; elabora e adotta gli indirizzi generali  criteri e determina le forme di autofinanziamento della scuola, mentre la gestione dell’istituzione e le relative responsabilità fanno capo al dirigente scolastico. Il testo del DI 44/2001 assegna alla Giunta esecutiva, come unica competenza residuale, il compito di proporre al Consiglio d’istituto il programma annuale (bilancio preventivo) con apposita relazione di accompagnamento.

Collegio docenti

E’ composto da tutti gli insegnanti in servizio nell’Istituto ed è presieduto dal dirigente scolastico. Quest’ultimo si incarica anche di dare esecuzione alle delibere del Collegio. Si riunisce in orari non coincidenti con le lezioni, su convocazione del dirigente scolastico o su richiesta di almeno un terzo dei suoi componenti, ogni volta che vi siano decisioni importanti da prendere. Il Collegio dei docenti rappresenta l’organo tecnico dell’istituzione scolastica preposto alla progettazione pedagogica e didattica; è, inoltre, il centro propulsore dal quale prendono vita e si concretizzano tutte le iniziative di adeguamento della programmazione educativa, di aggiornamento dei docenti, di sostegno agli alunni portatori di handicap e di recupero.

Consigli di intersezione, classe, interclasse

Il Consiglio di intersezione  (Scuola dell’Infanzia), quelli di interclasse (Scuola Primaria) e di classe (Scuola Secondaria di 1° grado), sono Organi collegiali (docenti e genitori) i cui compiti principali sono quelli di formulare proposte in ordine all’azione educativa e didattica, alle iniziative di sperimentazione, nonché di agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra docenti, genitori ed alunni. Fra le mansioni del Consiglio di classe rientra anche quella relativa ai provvedimenti disciplinari a carico degli studenti.

Organo di garanzia

L’Organo di garanzia, ai sensi dell’art. 5 del DPR n. 249 del 24 giugno 1998, esamina i ricorsi contro sanzioni disciplinari, presentati dai genitori entro 15 giorni dalla comunicazione della loro irrogazione.
Skip to content