Per volare oltre il muro dell’indifferenza

In occasione della Giornata della Memoria del 27 gennaio scorso le Insegnanti e gli alunni della classe V sez. E della scuola primaria dell’Istituto hanno indirizzato una lettera di saluto e ringraziamento alla Senatrice Liliana Segre per il contributo che la sua testimonianza offre alla formazione di coscienze che ripudiano ogni forma di violenza, di razzismo e discriminazione.

La senatrice Segre ha personalmente ringraziato esprimendo il suo apprezzamento con parole di sentito incoraggiamento a proseguire nella strada intrapresa dalla nostra scuola nel preparare i bambini a farsi “sentinelle della memoria”.

Spettabile On. Liliana Segre,
Le scriviamo in qualità di docenti della scuola primaria “L. Montini”.
Vorremmo ringraziarla, come certamente le accadrà con cadenza giornaliera, dello spunto offertoci con i nostri bambini.
Parliamo spesso con loro di quanto orribile e disumano sia accaduto durante l’olocausto e nello specifico lo facciamo durante le giornate che accompagnano la commemorazione del 27 Gennaio, accorgendoci puntualmente di quanta attenzione la tematica solleciti. L’emozione riscontrata nei loro occhi ci spinge a sperare che forse, qualcosa di umana virtù, possa essere ancora coltivato.
Il silenzio che accompagna i nostri discorsi, le loro domande e spesso anche le nostre risposte, così dure da ascoltare, ci inducono a sperare in un mondo migliore, in un mondo del ” mai più “.
Ecco, volevamo ringraziarla condividendo con lei i lavori prodotti dai nostri bambini a seguito di uno suoi magnifici discorsi in cui racconta l’aneddoto della farfalla gialla.
Li abbiamo osservati mentre tentavano con le loro abili manine di far volare lontano quelle farfalle, così delicate, nel tentativo di allontanarle da quel filo spinato che, a distanza di anni, flagella ognuno di noi. Li abbiamo visti cancellare e ricancellare quelle parole, come a voler dare onore ad ogni lettera, una sorta di rianimazione nei confronti di sentimenti che ancor oggi purtroppo combattono per affermare il loro posto in prima linea. Lei rappresenta per ognuno dei nostri figli, dei nostri alunni, la farfalla che vola in alto, più in alto della cattiveria, della crudeltà, della nefandezza umana, di cui lei stessa è stata oggetto.
La ringraziamo di cuore,
I bambini delle 5^E della Scuola Primaria Leopoldo Montini e le loro maestre, Mariella, Roberta ed Eugenia .
Cordiali saluti.

 

 

Facebook