Istituto Comprensivo Statale "Leopoldo Montini"

GIORNATA NAZIONALE DELLA LEGALITÀ

Alle ore 10.00 si è dato il via alla celebrazione dell’evento: ricordare, a distanza di 30 anni, la strage di Capaci.

Alla presenza del Dirigente titolare dell’USR Molise, la dott.ssa Anna Paola Sabatini, del Dirigente di Ambito, la prof.ssa Marialuisa Forte, del Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Campobasso, il dott. Antonello Cefalo, della Consigliera di Parità Provinciale, la dott.ssa Giuditta Lembo, del dott. Eugenio Astore in rappresentanza dei Lions Club di Campobasso, il D.S. Dott.ssa Agata Antonelli ha aperto la cerimonia con il benvenuto agli astanti.

Momento davvero commovente è stato lo “svelare” la panchina che i Bambini della scuola primaria di Mascione avevano valorizzato con l’impronta bianca, pulita, delle loro manine. Sono le piccole mani dei bambini, mani pure…le mani del futuro poste alla base della foto dei due magistrati, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, incorniciata dalla celebre frase pronunciata dallo stesso Falcone:

Gli uomini passano, le idee restano … e camminano sulle gambe di altri uomini”.

Queste parole vengono ripetute e ribadite per ricordare, ai piccini come ai grandi, il coraggio di chi, nonostante tutto, a testa alta, ha portato avanti le sue idee. È un grande esempio da seguire e da tenere a mente se si vuol percorrere la strada della legalità, l’unica che possa portarci lontano.

Altro momento forte è stato il canto corale dell’Inno di Mameli che ha introdotto l’intervento dei ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado. La loro attenzione si è soffermata su un presupposto inderogabile: l’illegalità, la criminalità, il compromesso, la prepotenza, la disonestà nascono e si consolidano più facilmente nelle realtà dove dominano povertà, ignoranza e pregiudizio e dove la cultura è assente. Per contrastare il sistema della criminalità, l’istruzione ha un ruolo centrale: consente di superare la dimensione egoistica dell’io, di prendersi cura dell’altro e di sentirsi parte della stessa comunità, diventando un “noi”.

Queste considerazioni trovano conferma in alcune parole significative tratte dagli iscritti di Don Luigi Ciotti, sacerdote e fondatore di “Libera”, associazione contro le mafie, nonché nella testimonianza di una giovane coppia che si è impegnata in prima persona per trasformare un luogo di degrado, una periferia del napoletano, in un’occasione di scambio e di cultura.

Tali concetti sono stati espressi, oltre che verbalmente dalla magistrale lettura degli alunni della secondaria di primo grado, anche graficamente, da un altro gruppo di alunni.

Un vulcano, il Vesuvio, erutta libri che, ricadendo alla base, sommergono i DISVALORI che inquinano la civiltà umana. La Piazza dello Spaccio dei Libri diventa il luogo della rinascita culturale. L’iniziativa del “libro sospeso” dà la possibilità a chiunque lo voglia, di elevare la propria mente, di volare verso il bello.

Sull’immagine generale domina un libro aperto con su scritte le parole lasciateci da un altro grande Magistrato: Antonino Caponnetto

La mafia teme la scuola più della giustizia, l’istruzione toglie erba sotto i piedi della cultura mafiosa

             

       

Una coreografia eseguita dai bambini della primaria di Mascione sulle note del brano “Pensa”, di Fabrizio Moro, ha chiuso la prima parte dell’incontro che si è quindi spostato sul piazzale della Scuola Primaria di CEP SUD.

Gli alunni delle classi quinte della scuola primaria “Ex Casa dello Studente” hanno celebrato la Giornata della Legalità accogliendo il corpo della Guardia di Finanza provinciale che ha riflettuto con i ragazzi sul tema della legalità e ha mostrato un intervento dell’unità cinofila con cane pastore tedesco. Gli alunni hanno preparato dei cartelloni dopo aver approfondito il tema della mafia e, in particolare, la figura di Giovanni Falcone con un laboratorio di lettura leggendo e analizzando il libro “Per questo mi chiamo Giovanni” di Luigi Garlando. Inoltre, i ragazzi si sono intrattenuti sulle note dell’Inno Nazionale e hanno ballato con entusiasmo e partecipazione.

  

      

 

GIORNATA DELLA LEGALITA’

 

Facebook
Skip to content